Sciare sulle Dolomiti in Val Gardena

Sciare sulle Dolomiti

Sciare sulle Dolomiti in Val Gardena, tra le montagne più affascinanti del mondo.

Tutti gli appassionati di sci, e gli amanti della montagna dovrebbero una volta nella vita vivere e sciare sulle Dolomiti. Non è un caso che siano Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Paesaggi mozzafiato, innumerevoli trekking, piste perfettamente manutenute per sciare (anche quando non nevica), altissimo livello di turismo enogastronomico.

I numeri parlano chiaro, 12 zone sciistiche che abbracciano due regioni (Veneto e Trentino Alto Adige), 1200 km di piste battute, 470 impianti di risalita, tutto questo è il comprensorio del Dolomiti Superski.

Basta acquistare lo Skipass Dolomiti Super Ski per avere accesso illimitato a tutte le piste. Qui trovate le tariffe. Per 5 giorni di sci il costo è di 245 euro. Se provate a vedere la mappa delle piste capirete che il costo non è poi così alto, soprattutto perché il livello di servizio è veramente alto.
Seceda Longia

Quali sono le piste più belle per sciare sulle Dolomiti?

Sciare sulle Dolomiti vuol dire poter sciare su piste bellissime e famose come la Saslong, la Gran Risa e l’Olimpica, tra le più spettacolari e difficili e che ospitano competizioni della coppa del mondo di sci.

La bellezza del comprensorio non è data solo dalla sua capillarità ed estensione ma è data anche dalla possibilità di ammirare  diversi incredibili paesaggi. Alte vette, altopiani in cui si perde l’orizzonte, laghi e cascate. Vi cito solo alcune delle montagne che è possibile ammirare durante una giornata di sci.

Il Sassolungo, il Sasso Piatto, il Gruppo del Sella, il gruppo delle Odle, il Seceda (la mia montagna preferita), la Marmolada, l’Alpe di Siusi, Lagazuoi, le 3 cime di Lavaredo, ecc.

Sciare sulle Dolomiti Seceda

Di seguito alcune delle principali e più conosciute zone sciistiche:

Val Gardena
La mia preferita. Nel cuore della cultura ladina ricca di storia e tradizione. La Val Gardena è la valle degli sport invernali per eccellenza, qui fanno tappa molte competizioni delle coppe del mondo ed è  riferimento per i migliori campioni dello sci. Ha ben 175 km di piste e da qui si può accedere, partendo molto presto la mattina,  al Sellaronda e al famoso giro dei quattro passi.

Alta Badia
Con 130 km di piste offre tra i panorami più belli tra i 1.400 e i 2.700 m. Anche l’Alta Badia è base per il Sellaronda e per il famoso Giro della Grande Guerra. Troverete inoltre tipici rifugi dove degustare una cucina gourmet.

Plan de Corones
Tra Brunico, San Vigilio e Valdaora, si erge la vetta tondeggiante di Plan de Corones, l’area sciistica per eccellenza dell’Alto Adige con 119 km di piste,  Qui si trova da qualche anno anche lo splendido LUMEN – Museum of Mountain Photography, un museo ad alta quota incredibile!

Alpe di Siusi
Panorama mozzafiato e passeggiate lunghissime sia in inverno che in estate, l’Alpe di Siusi vi aspetta con ampi prati e pascoli che circondano il gruppo dello Sciliar. Per lo sci è più indicato per famiglie e principianti.

Obereggen-Ski Center Latemar
Pare sia il consorzio impianti più grande del mondo e abbia vinto molti premi internazionali. 48 km di piste da discesa, 200 cannoni da neve, sci notturno, nightsnowpark e attività per i bambini.

Tre Cime/Drei Zinnen
100 km di piste collegano 5 montagne. Qui si trovano la pista nera più ripida d’Italia e parte il Giro delle Cime.

Cortina d’Ampezzo
Cortina famosa e alla moda, non è solo una bella cittadina ma ha ben 120 km di piste che si snodano tra le cime più suggestive, fino ad arrivare a quota 2.900 m. Da qui, grazie a un servizio di skibus, potete programmare diverse gite fino a Lagazuoi-5 Torri, Tofana, Faloria-Cristallo.

Arabba
È la località più alta delle Dolomiti e da qui si accede al Sella, Pordoi e Passo di Campolongo, coon 62 km di piste lunghe e tecniche.

Marmolada
La Marmolada non ha bisogno di presentazioni. Sciare sulla cima più alta delle Dolomiti Patrimonio UNESCO non ha eguali. Si raggiungono gli oltre 3000 metri da dove godere di una vista a dir poco unica. Da qui parte la pista più lunga di tutto il Dolomiti Superski, la Bellunese.

Val di Fassa
Anche la Val di Fassa ha un bellissimo panorama sulla Marmolada, sul gruppo del Sella, il Catinaccio e il Sassolungo. 210 km di piste.

Sciare sulle Dolomiti: gite sci ai piedi da non perdere

Due cose non dovete assolutamente perdere nella vostra vacanza sulla neve sulle Dolomiti, il famoso giro dei quattro passi e una gita a Lagazuoi.

Il giro dei quattro passi dolomitici

È il giro sciistico intorno al massiccio del Sella, ritenuto fra i più belli e spettacolari del mondo.
Il giro si può fare in una giornata, con la sveglia presto e con sci ai piedi. Si passa nelle quattro valli ladine: Val Gardena, Alta Badia, Arabba e Val di Fassa. Si può scegliere il percorso orario (arancio) o antiorario (verde). In tutto sono 40 km, dei quali 26 km sono piste da sci. Il Sellaronda è fattibile da sciatori di media capacità sciistica, si incontrano infatti piste di diverso tipo e con diversi gradi di difficoltà, muri, ghiaccio, gobbe. Un buon allenamento è richiesto, sempre perché non tutto è alla portata di tutti.
Paesaggisticamente a me piace di più il percorso verde. Da non perdere la vista della Città dei Sassi! Magica. Qui trovate l’itinerario

View this post on Instagram

A game of stones {Città dei Sassi, Dolomiti} Un posto incantato, da raggiungere sci ai piedi nel bellissimo giro del Sella Ronda (i famosi quattro passi). È il risultato di una caduta vasta di rocce. Da molti anni è luogo di allenamenti per le arrampicate. . . . #igersaltoadige #dolomitisuperski #dolomitireview #südtirol #sudtirolo #valgardena #altoadigeweb #altoadige #southtyrol #dolomititiamo #italianalps #dolomites #Dolomiten #dolomiti #winterwonderland #altoadigedascoprire #the_nature_club #dolomitisuperski #dolomitiunesco #dolomitiemotions #visitsouthtyrol #italiait #scatto_italiano #yallersitalia #italianplaces #visititalia #whatitalyis #italygram #italian_trips #LovetheWorld

A post shared by Marina Fiorletta {Wingmeback} (@marinafior) on

Gita a Lagazuoi

L’itinerario sciistico-panoramico al Lagazuoi è un’immersione nella natura. Storicamente il sito è molto importante perché qui, al confine tra l’Alto Adige, allora parte della monarchia asburgica, e Veneto, si delineava infatti il fronte della prima guerra mondiale.

Lagazuoi

Si può arrivare a Lagazuoi sci ai piedi o con i mezzi pubblici, io ovviamente ho preferito sci ai piedi. I paesi/località più vicine sono Corvara, Colfosco, La Villa, Badia e La Val. Si arriva fino alla località Armentarola/San Cassiano (1600 m). Da qui trovate un frequente e rapido servizio skibus navetta (a pagamento) che porta fino al Passo Falzarego (2105 m).

View this post on Instagram

Salirò salirò Fino a quando sarò Solamente un punto lontano. 🎼 Monte Lagazuoi (2800 mt), Dolomiti. {Da Selva a Lagazuoi sci ai piedi} 🌲 . . . E’ uno dei rifugi a quota più elevata nelle Dolomiti, patrimonio naturale dell’UNESCO. Si trova sulla vetta sul Monte Lagazuoi (2800 mt)sopra il Passo Falzarego, a metà strada tra Cortina d'Ampezzo e Val Badia, lungo l' Alta Via delle Dolomiti n. 1 e 9, tra i Parchi Naturali di Fanes e Sennes e delle Dolomiti d'Ampezzo. Da qui parte la famosa pista Armentarola, la pista più lunga e spettacolare delle Dolomiti. —————————————— Rifugio Lagazuoi is one of the most elevated mountain inns in the Dolomites. Its spacious deck is so famous for the breathtaking views on the Dolomite peaks , UNESCO World Heritage. It is nestled on the summit of Mount Lagazuoi above Passo Falzarego, half way between Cortina d'Ampezzo and Val Badia, between the Natural Park of Fanes and Sennes and the one of the Ampezzo Dolomites. It can be easily reached hiking or by the Lagazuoi cable car. It's an excellent starting point to visit the restored galleries, trenches and emplacements of the 1st World War Open Museum and to ski along the famous Armentarola, the longest and most spectacular slope of the Dolomites. #MyAdventureOutdoor #dolomitisuperski #dolomitiunesco #cortinadampezzo #dolomitiemotions #dolomiti #montagna #sudtirolo #visitsouthtyrol #southtyrol #instagramitalia #italiait #scatto_italiano #ig_italia #yallersitalia #ig_italy #italianplaces #visititalia #whatitalyis #italygram #italian_trips #livefolk #folkitaly #vsco #guardiantravelsnap #bbctravel #LovetheWorld #IamATraveler #discoverandescape #Pinktrotters

A post shared by Marina Fiorletta {Wingmeback} (@marinafior) on

Da qui una funivia vi porta in vetta fino ai 2800 m sull’omonimo monte. Prendetevi il giusto tempo per ammirare il panorama mozzafiato (controllate il meteo per verificare di non trovare nebbia): dalle Tofane alla Marmolada fino al gruppo del Sella.

Lagazuoi in vetta

Ora è il momento di scendere per la pista più bella che io abbia mai percorso: l’Armentarola.

8,5 km, riservata un tempo solo a sciatori alpinisti, oggi la pista è battuta a regola d’arte e quindi accessibile anche a sciatori di media capacità. Un primo tratto di muro, man mano diventa più morbida permettendo di respirare a pieni polmoni il panorama intorno e riposarsi per affrontare l’ultimo tratto che dallo Scotoni scende in un canyon ripido per terminare nuovamente più dolcemente in località Sas Dlacia. Qui potete farvi trainare con i cavalli per tornare agli impianti.

Nel tragitto di inverno troverete delle cascate ghiacciate meravigliose dove, se fortunati, troverete qualche scalatore intento ad arrampicarsi su in cima.

Lagazuoi Cascate

Sciare in Val Gardena, dove soggiornare e mangiare

Io personalmente sono anni che scelgo la Val Gardena come base per la mia settimana per sciare sulle Dolomiti. Quando viaggio mi piace sempre cambiare meta per vedere posti nuovi, quando scio mi piace tornare dalle mie montagne e nei miei luoghi del cuore. Anche perché la mia vacanza sulla neve vuol dire stare sulle piste da mattina a chiusura degli impianti. Quindi gite sci ai piedi e nuovi rifugi da provare! 

La Val Gardena comprende tre comuni nel giro di 8 km: Santa CristinaSelva e il capoluogo Ortisei. Sono tutte e tre ottime località come base di partenza per lo sci e per l’offerta turistica e di servizi.

Per me Ortisei rimane però un punto strategico per vari motivi: il paese è bellissimo, ci sono molti ristoranti rinomati, c’è un’ampia scelta di hotel, garnì o appartamenti, la vicinanza con la mia montagna del cuore, il Seceda.

Ortisei

La cittadina ha la tipica architettura locale; case con facciate dipinte e tetti in legno a spiovente rendono l’atmosfera unica e anche romantica per una coppia in cerca di relax.

L’accoglienza qui è da primato; il paese dispone di una piscina comunale, Mar Dolomiti, con una grande spa usufruibile gratuitamente se alloggiate in un albergo o in un garnì del paese; quasi tutti dispongono di una convenzione che vi consente l’accesso gratuito. Nella zona gratuita, una parte della vasca interna è collegata all’esterno con una vasca totalmente all’aperto così da poter godere della gioia di una fitta nevicata mentre si nuota placidamente nell’acqua ottimamente riscaldata. L’altra parte della spa è riservata ai più naturalisti in quanto l’ingresso è alla finlandese ed è consentito solo con un costo extra. Vi attende però una bellissima sauna piena di aghi di pino mugo!

Mar Dolomiti

Mangiare in Val Gardena

Le opzioni culinarie sono davvero tante ma fate in modo, prenotando per tempo e con congruo anticipo, di assicurarvi almeno per una sera un posto al Tubladel per immergervi nei sapori genuini e locali. Ristorante Michelin, non delude mai.  Provate anche l’enoteca sulla salita del paese verso il famoso Cavallino Bianco.

Tubaldel Special Ribs

Da Ortisei avete accesso al lato del Seceda. Da qui potete andare verso Santa Cristina, oppure sciare nelle piste intorno. Percorrete la Longia una pista lunga ben 10 km il cui primo tratto è catalogato come “rosso” quindi destinato agli sciatori di media esperienza. Percorrete questa pista e arriverete a fondovalle con somma soddisfazione per la vostra impresa e le gambe tremolanti per lo sforzo compiuto. Fermatevi a fare merenda al Val D’Anna, baita suprema per qualsiasi pasto.

Dall’altro lato da Ortisei potete facilmente raggiungere con l’ovovia l’Alpe di Siusi che sebbene offra piste di bassa difficoltà vi farà immergere nella natura spettacolare ed incontaminata.

Da Ortisei vi consiglio una gita alla Chiesa di San Giacomo. Io l’ho fatta in autunno ma con la neve deve essere magica.
La pittoresca e suggestiva Chiesa di San Giacomo sorge sull’antico sentiero di alta montagna “Troi Paian” che un tempo collegava Venezia con la Valle Isarco passando per i passi dolomitici e attraversando la Val Gardena.
La chiesa è dedicata a Giacomo il Maggiore, apostolo e protettore dei viandanti e dei pellegrini. Assieme al suo suggestivo cimitero, in cui sono sepolti i defunti del paesino San Giacomo, è circondata da un muro di cinta coperto da un tetto di scandole.
Per arrivare ci vuole un piccolo trekking di circa due ore che parte dalla chiesa parrocchiale di Ortisei.

https://www.instagram.com/p/B5n-nrhoEeN/

Dove soggiornare sulle Dolomiti in Val Gardena
Tra Garnì, hotel e appartamenti avete moltissima scelta.
Io soggiorno sempre al Garni Rives proprio vicino al centro del Paese dall’altra parte del fiume. A conduzione familiare, si trova su una collina con un bel panorama a 5 minuti a piedi dal centro del paese. Convenzione con Mar Dolomiti, e le card per i mezzi per la Val Gardena inclusa. Pulitissimo.

Dove affittare sci e scarponi ad Ortisei
Senza alcun dubbio Sport Gardena è il miglior posto per scegliere la vostra attrezzatura. Troverete una grande professionalità e attrezzatura per tutti i livelli, ma sempre nuova e garantita. Io di solito affitto solo gli scarponi e avendo un pò di problematiche con il collo del piedi grazie a  Patrick ed Ervin ho trovato quello giusto per me!

Le migliori baite, malghe e rifugi in Val Gardena

Sciare ma anche riposarsi per gustare l’ottima cucina locale. Potete decidere di fare un vero e proprio ski safari eno-gastronomico!

Seceda –  La Baita Gamsblut è il mio posto del cuore. La vista più spettacolare per mangiare. Circondata dal mondo alpino unico della Val Gardena,si trova alle porte del Parco Naturale Puez-Odle. Potete ammirare tutto il Gruppo del Sella e il Sasslungo, mentre mangiate il miglio piatto di speck, uova e patate con una buona birra. Ospitalità massima e gentilezza.

Baita Gamsblut

Baita Gasmblut

Alpe di Siusi – nessun dubbio dovete assolutamente arrivare da Malga Gostener Schwaige, un’autentica malga alpina che offre diverse attrazioni e sopratutto un ristorante tra i più buoni dove abbia mangiato. Anche questa Michelin. Zuppa di Gulash, polenta, zuppa di fieno, canederli. Provate le prelibatezze del pluripremiato cuoco internazionale Franz Mulser.

Malga Gostner Gulash

Franz Malga Gostner

Longia – Caffè Val d’Anna a circa un chilometro da Ortisei alla fine della Longia vi aspetta questa accogliente baita che offre una cucina superlativa, compresi i dolci fatti in casa. Assaggiate la pannacotta con i frutti di bosco.

Altre baite consigliate: Baita Sofia, Rifugio Trieste, Rifugio Emilio Comici.

Come arrivare in Val Gardena

Per un viaggio senza stress consiglio di prenotare in anticipo il treno. Da Roma trovate un Frecciarossa che vi porterà in 4 ore a Bolzano. Dalla stazione un comodo freccia link o i bus locali vi porteranno facilmente nella vostra destinazione. Organizzazione super.

Non vi resta che prenotare la vostra vacanza sulla neve per sciare sulle Dolomiti! 

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *