Sciare sulle Dolomiti in Val Gardena

Sciare sulle Dolomiti

Sciare sulle Dolomiti in Val Gardena, tra le montagne più affascinanti del mondo.

Tut­ti gli appas­sion­ati di sci, e gli aman­ti del­la mon­tagna dovreb­bero una vol­ta nel­la vita vivere e scia­re sulle Dolomi­ti. Non è un caso che siano Pat­ri­mo­nio Mon­di­ale del­l’Unesco. Pae­sag­gi moz­zafi­a­to, innu­merevoli trekking, piste per­fet­ta­mente manutenute per scia­re (anche quan­do non nevi­ca), altissi­mo liv­el­lo di tur­is­mo enogas­tro­nom­i­co.

I numeri par­lano chiaro, 12 zone sci­is­tiche che abbrac­ciano due regioni (Vene­to e Trenti­no Alto Adi­ge), 1200 km di piste bat­tute, 470 impianti di risali­ta, tut­to questo è il com­pren­so­rio del Dolomi­ti Super­s­ki.

Bas­ta acquistare lo Skipass Dolomi­ti Super Ski per avere acces­so illim­i­ta­to a tutte le piste. Qui trovate le tar­iffe. Per 5 giorni di sci il cos­to è di 245 euro. Se provate a vedere la map­pa delle piste capirete che il cos­to non è poi così alto, soprat­tut­to per­ché il liv­el­lo di servizio è vera­mente alto.
Seceda Longia

Quali sono le piste più belle per sciare sulle Dolomiti?

Scia­re sulle Dolomi­ti vuol dire pot­er scia­re su piste bel­lis­sime e famose come la Sas­long, la Gran Risa e l’Olimpi­ca, tra le più spet­ta­co­lari e dif­fi­cili e che ospi­tano com­pe­tizioni del­la cop­pa del mon­do di sci.

La bellez­za del com­pren­so­rio non è data solo dal­la sua cap­il­lar­ità ed esten­sione ma è data anche dal­la pos­si­bil­ità di ammi­rare  diver­si incred­i­bili pae­sag­gi. Alte vette, altopi­ani in cui si perde l’oriz­zonte, laghi e cas­cate. Vi cito solo alcune delle mon­tagne che è pos­si­bile ammi­rare durante una gior­na­ta di sci.

Il Sas­sol­un­go, il Sas­so Piat­to, il Grup­po del Sel­la, il grup­po delle Odle, il Sece­da (la mia mon­tagna preferi­ta), la Mar­mo­la­da, l’Alpe di Siusi, Lagazuoi, le 3 cime di Lavare­do, ecc.

Sciare sulle Dolomiti Seceda

Di segui­to alcune delle prin­ci­pali e più conosciute zone sci­is­tiche:

Val Gar­de­na
La mia preferi­ta. Nel cuore del­la cul­tura lad­i­na ric­ca di sto­ria e tradizione. La Val Gar­de­na è la valle degli sport inver­nali per eccel­len­za, qui fan­no tap­pa molte com­pe­tizioni delle coppe del mon­do ed è  rifer­i­men­to per i migliori cam­pi­oni del­lo sci. Ha ben 175 km di piste e da qui si può accedere, par­tendo molto presto la mat­ti­na,  al Sel­l­aron­da e al famoso giro dei quat­tro pas­si.

Alta Badia
Con 130 km di piste offre tra i panora­mi più bel­li tra i 1.400 e i 2.700 m. Anche l’Al­ta Badia è base per il Sel­l­aron­da e per il famoso Giro del­la Grande Guer­ra. Tro­verete inoltre tipi­ci rifu­gi dove degustare una cuci­na gourmet.

Plan de Coro­nes
Tra Bruni­co, San Vig­ilio e Val­dao­ra, si erge la vet­ta ton­deg­giante di Plan de Coro­nes, l’area sci­is­ti­ca per eccel­len­za del­l’Al­to Adi­ge con 119 km di piste,  Qui si tro­va da qualche anno anche lo splen­di­do LUMEN — Muse­um of Moun­tain Pho­tog­ra­phy, un museo ad alta quo­ta incred­i­bile!

Alpe di Siusi
Panora­ma moz­zafi­a­to e passeg­giate lunghissime sia in inver­no che in estate, l’Alpe di Siusi vi aspet­ta con ampi prati e pas­coli che cir­con­dano il grup­po del­lo Scil­iar. Per lo sci è più indi­ca­to per famiglie e prin­cipi­anti.

Obereggen-Ski Cen­ter Latemar
Pare sia il con­sorzio impianti più grande del mon­do e abbia vin­to molti pre­mi inter­nazion­ali. 48 km di piste da disce­sa, 200 can­noni da neve, sci not­turno, night­snow­park e attiv­ità per i bam­bi­ni.

Tre Cime/Drei Zin­nen
100 km di piste col­legano 5 mon­tagne. Qui si trovano la pista nera più rip­i­da d’Italia e parte il Giro delle Cime.

Corti­na d’Ampezzo
Corti­na famosa e alla moda, non è solo una bel­la cit­tad­i­na ma ha ben 120 km di piste che si snodano tra le cime più sug­ges­tive, fino ad arrivare a quo­ta 2.900 m. Da qui, gra­zie a un servizio di skibus, potete pro­gram­mare diverse gite fino a Lagazuoi‑5 Tor­ri, Tofana, Falo­ria-Cristal­lo.

Arab­ba
È la local­ità più alta delle Dolomi­ti e da qui si accede al Sel­la, Por­doi e Pas­so di Cam­po­lon­go, coon 62 km di piste lunghe e tec­niche.

Mar­mo­la­da
La Mar­mo­la­da non ha bisog­no di pre­sen­tazioni. Scia­re sul­la cima più alta delle Dolomi­ti Pat­ri­mo­nio UNESCO non ha eguali. Si rag­giun­gono gli oltre 3000 metri da dove godere di una vista a dir poco uni­ca. Da qui parte la pista più lun­ga di tut­to il Dolomi­ti Super­s­ki, la Bel­lunese.

Val di Fas­sa
Anche la Val di Fas­sa ha un bel­lis­si­mo panora­ma sul­la Mar­mo­la­da, sul grup­po del Sel­la, il Cati­nac­cio e il Sas­sol­un­go. 210 km di piste.

Sciare sulle Dolomiti: gite sci ai piedi da non perdere

Due cose non dovete asso­lu­ta­mente perdere nel­la vos­tra vacan­za sul­la neve sulle Dolomi­ti, il famoso giro dei quat­tro pas­si e una gita a Lagazuoi.

Il giro dei quattro passi dolomitici

È il giro sci­is­ti­co intorno al mas­s­ic­cio del Sel­la, ritenu­to fra i più bel­li e spet­ta­co­lari del mon­do.
Il giro si può fare in una gior­na­ta, con la sveg­lia presto e con sci ai pie­di. Si pas­sa nelle quat­tro val­li ladine: Val Gar­de­na, Alta Badia, Arab­ba e Val di Fas­sa. Si può scegliere il per­cor­so orario (aran­cio) o antio­rario (verde). In tut­to sono 40 km, dei quali 26 km sono piste da sci. Il Sel­l­aron­da è fat­tibile da sci­a­tori di media capac­ità sci­is­ti­ca, si incon­tra­no infat­ti piste di diver­so tipo e con diver­si gra­di di dif­fi­coltà, muri, ghi­ac­cio, gob­be. Un buon allena­men­to è richiesto, sem­pre per­ché non tut­to è alla por­ta­ta di tut­ti.
Pae­sag­gis­ti­ca­mente a me piace di più il per­cor­so verde. Da non perdere la vista del­la Cit­tà dei Sas­si! Mag­i­ca. Qui trovate l’itin­er­ario

View this post on Insta­gram

A game of stones {Cit­tà dei Sas­si, Dolomi­ti} Un pos­to incan­ta­to, da rag­giun­gere sci ai pie­di nel bel­lis­si­mo giro del Sel­la Ron­da (i famosi quat­tro pas­si). È il risul­ta­to di una cadu­ta vas­ta di roc­ce. Da molti anni è luo­go di allena­men­ti per le arrampi­cate.… #iger­saltoad­i­ge #dolomi­tisu­per­s­ki #dolomi­tire­view #südtirol #sudtiro­lo #val­gar­de­na #altoad­i­geweb #altoad­i­ge #southty­rol #dolomi­ti­ti­amo #ital­ianalps #dolomites #Dolomiten #dolomi­ti #win­ter­won­der­land #altoad­i­gedas­co­prire #the_nature_club #dolomi­tisu­per­s­ki #dolomi­tiunesco #dolomi­tiemo­tions #vis­it­southty­rol #ital­i­ait #scatto_italiano #yaller­si­talia #ital­ian­places #vis­i­ti­talia #whati­talyis #italy­gram #italian_trips #Lovethe­World

A post shared by Mari­na Fior­let­ta — Wing­me­back (@marinafior) on

Gita a Lagazuoi

L’itin­er­ario sci­is­ti­co-panoram­i­co al Lagazuoi è un’im­mer­sione nel­la natu­ra. Stori­ca­mente il sito è molto impor­tante per­ché qui, al con­fine tra l’Al­to Adi­ge, allo­ra parte del­la monar­chia asbur­gi­ca, e Vene­to, si delin­ea­va infat­ti il fronte del­la pri­ma guer­ra mon­di­ale.

Lagazuoi

Si può arrivare a Lagazuoi sci ai pie­di o con i mezzi pub­bli­ci, io ovvi­a­mente ho prefer­i­to sci ai pie­di. I paesi/località più vicine sono Cor­vara, Col­fos­co, La Vil­la, Badia e La Val. Si arri­va fino alla local­ità Armentarola/San Cas­siano (1600 m). Da qui trovate un fre­quente e rapi­do servizio skibus navet­ta (a paga­men­to) che por­ta fino al Pas­so Falzarego (2105 m).

View this post on Insta­gram

Salirò salirò Fino a quan­do sarò Sola­mente un pun­to lon­tano. 🎼 Monte Lagazuoi (2800 mt), Dolomi­ti. {Da Sel­va a Lagazuoi sci ai pie­di} 🌲 … E’ uno dei rifu­gi a quo­ta più ele­va­ta nelle Dolomi­ti, pat­ri­mo­nio nat­u­rale dell’UNESCO. Si tro­va sul­la vet­ta sul Monte Lagazuoi (2800 mt)sopra il Pas­so Falzarego, a metà stra­da tra Corti­na d’Am­pez­zo e Val Badia, lun­go l’ Alta Via delle Dolomi­ti n. 1 e 9, tra i Parchi Nat­u­rali di Fanes e Sennes e delle Dolomi­ti d’Am­pez­zo. Da qui parte la famosa pista Armen­taro­la, la pista più lun­ga e spet­ta­co­lare delle Dolomi­ti. —————————————— Rifu­gio Lagazuoi is one of the most ele­vat­ed moun­tain inns in the Dolomites. Its spa­cious deck is so famous for the breath­tak­ing views on the Dolomite peaks , UNESCO World Her­itage. It is nes­tled on the sum­mit of Mount Lagazuoi above Pas­so Falzarego, half way between Corti­na d’Am­pez­zo and Val Badia, between the Nat­ur­al Park of Fanes and Sennes and the one of the Ampez­zo Dolomites. It can be eas­i­ly reached hik­ing or by the Lagazuoi cable car. It’s an excel­lent start­ing point to vis­it the restored gal­leries, trench­es and emplace­ments of the 1st World War Open Muse­um and to ski along the famous Armen­taro­la, the longest and most spec­tac­u­lar slope of the Dolomites. #MyAd­ven­ture­Out­door #dolomi­tisu­per­s­ki #dolomi­tiunesco #corti­nadampez­zo #dolomi­tiemo­tions #dolomi­ti #mon­tagna #sudtiro­lo #vis­it­southty­rol #southty­rol #insta­grami­talia #ital­i­ait #scatto_italiano #ig_italia #yaller­si­talia #ig_italy #ital­ian­places #vis­i­ti­talia #whati­talyis #italy­gram #italian_trips #live­folk #folk­i­taly #vsco #guardiantrav­el­snap #bbc­trav­el #Lovethe­World #IamA­Trav­el­er #dis­coveran­descape #Pink­trot­ters

A post shared by Mari­na Fior­let­ta — Wing­me­back (@marinafior) on

Da qui una funi­via vi por­ta in vet­ta fino ai 2800 m sul­l’omon­i­mo monte. Pren­de­te­vi il gius­to tem­po per ammi­rare il panora­ma moz­zafi­a­to (con­trol­late il meteo per ver­i­fi­care di non trovare neb­bia): dalle Tofane alla Mar­mo­la­da fino al grup­po del Sel­la.

Lagazuoi in vetta

Ora è il momen­to di scen­dere per la pista più bel­la che io abbia mai per­cor­so: l’Ar­men­taro­la.

8,5 km, ris­er­va­ta un tem­po solo a sci­a­tori alpin­isti, oggi la pista è bat­tuta a rego­la d’arte e quin­di acces­si­bile anche a sci­a­tori di media capac­ità. Un pri­mo trat­to di muro, man mano diven­ta più mor­bi­da per­me­t­ten­do di res­pi­rare a pieni pol­moni il panora­ma intorno e riposar­si per affrontare l’ul­ti­mo trat­to che dal­lo Sco­toni scende in un canyon ripi­do per ter­minare nuo­va­mente più dol­cemente in local­ità Sas Dla­cia. Qui potete farvi trainare con i cav­al­li per tornare agli impianti.

Nel tragit­to di inver­no tro­verete delle cas­cate ghi­ac­ciate mer­av­igliose dove, se for­tu­nati, tro­verete qualche sca­la­tore inten­to ad arrampi­car­si su in cima.

Lagazuoi Cascate

Sciare in Val Gardena, dove soggiornare e mangiare

Io per­sonal­mente sono anni che scel­go la Val Gar­de­na come base per la mia set­ti­mana per scia­re sulle Dolomi­ti. Quan­do viag­gio mi piace sem­pre cam­biare meta per vedere posti nuovi, quan­do scio mi piace tornare dalle mie mon­tagne e nei miei luoghi del cuore. Anche per­ché la mia vacan­za sul­la neve vuol dire stare sulle piste da mat­ti­na a chiusura degli impianti. Quin­di gite sci ai pie­di e nuovi rifu­gi da provare! 

La Val Gar­de­na com­prende tre comu­ni nel giro di 8 km: San­ta Cristi­naSel­va e il capolu­o­go Orti­sei. Sono tutte e tre ottime local­ità come base di parten­za per lo sci e per l’of­fer­ta tur­is­ti­ca e di servizi.

Per me Orti­sei rimane però un pun­to strate­gi­co per vari motivi: il paese è bel­lis­si­mo, ci sono molti ris­toran­ti rino­mati, c’è un’ampia scelta di hotel, gar­nì o appar­ta­men­ti, la vic­i­nan­za con la mia mon­tagna del cuore, il Sece­da.

Ortisei

La cit­tad­i­na ha la tipi­ca architet­tura locale; case con fac­ciate dip­inte e tet­ti in leg­no a spi­ovente ren­dono l’atmos­fera uni­ca e anche roman­ti­ca per una cop­pia in cer­ca di relax.

L’ac­coglien­za qui è da pri­ma­to; il paese dispone di una pisci­na comu­nale, Mar Dolomi­ti, con una grande spa usufruibile gra­tuita­mente se allog­giate in un alber­go o in un gar­nì del paese; qua­si tut­ti dispon­gono di una con­ven­zione che vi con­sente l’ac­ces­so gra­tu­ito. Nel­la zona gra­tui­ta, una parte del­la vas­ca inter­na è col­le­ga­ta all’ester­no con una vas­ca total­mente all’aper­to così da pot­er godere del­la gioia di una fit­ta nevi­ca­ta men­tre si nuo­ta placida­mente nel­l’ac­qua otti­ma­mente riscal­da­ta. L’al­tra parte del­la spa è ris­er­va­ta ai più nat­u­ral­isti in quan­to l’in­gres­so è alla fin­lan­dese ed è con­sen­ti­to solo con un cos­to extra. Vi attende però una bel­lis­si­ma sauna piena di aghi di pino mugo!

Mar Dolomiti

Mangiare in Val Gardena

Le opzioni culi­nar­ie sono davvero tante ma fate in modo, preno­tan­do per tem­po e con con­gruo anticipo, di assi­cu­rarvi almeno per una sera un pos­to al Tubladel per immerg­ervi nei sapori gen­ui­ni e locali. Ris­torante Miche­lin, non delude mai.  Provate anche l’enote­ca sul­la sali­ta del paese ver­so il famoso Cav­alli­no Bian­co.

Tubaldel Special Ribs

Da Orti­sei avete acces­so al lato del Sece­da. Da qui potete andare ver­so San­ta Cristi­na, oppure scia­re nelle piste intorno. Per­cor­rete la Lon­gia una pista lun­ga ben 10 km il cui pri­mo trat­to è cat­a­loga­to come “rosso” quin­di des­ti­na­to agli sci­a­tori di media espe­rien­za. Per­cor­rete ques­ta pista e arriverete a fon­dovalle con som­ma sod­dis­fazione per la vos­tra impre­sa e le gambe tremolan­ti per lo sfor­zo com­pi­u­to. Fer­mat­e­vi a fare meren­da al Val D’An­na, bai­ta supre­ma per qual­si­asi pas­to.

Dal­l’al­tro lato da Orti­sei potete facil­mente rag­giun­gere con l’ovovia l’Alpe di Siusi che sebbene offra piste di bas­sa dif­fi­coltà vi farà immerg­ere nel­la natu­ra spet­ta­co­lare ed incon­t­a­m­i­na­ta.

Da Orti­sei vi con­siglio una gita alla Chiesa di San Gia­co­mo. Io l’ho fat­ta in autun­no ma con la neve deve essere mag­i­ca.
La pit­toresca e sug­ges­ti­va Chiesa di San Gia­co­mo sorge sull’anti­co sen­tiero di alta mon­tagna “Troi Paian” che un tem­po col­le­ga­va Venezia con la Valle Isar­co pas­san­do per i pas­si dolomiti­ci e attra­ver­san­do la Val Gar­de­na.
La chiesa è ded­i­ca­ta a Gia­co­mo il Mag­giore, apos­to­lo e pro­tet­tore dei vian­dan­ti e dei pel­le­gri­ni. Assieme al suo sug­ges­ti­vo cimitero, in cui sono sepolti i defun­ti del paesino San Gia­co­mo, è cir­con­da­ta da un muro di cin­ta cop­er­to da un tet­to di scan­dole.
Per arrivare ci vuole un pic­co­lo trekking di cir­ca due ore che parte dal­la chiesa par­roc­chiale di Orti­sei.

View this post on Insta­gram

La valle seg­re­ta A nordest di Orti­sei, in una posizione soleg­gia­ta, si tro­va la pic­co­la local­ità di San Gia­co­mo con l’antico san­tu­ario. La pit­toresca e sug­ges­ti­va Chiesa di San Gia­co­mo sorge sull’antico sen­tiero di alta mon­tagna “Troi Paian” che un tem­po col­le­ga­va Venezia con la Valle Isar­co pas­san­do per i pas­si dolomiti­ci e attra­ver­san­do la Val Gar­de­na. La chiesa è ded­i­ca­ta a Gia­co­mo il Mag­giore, apos­to­lo e pro­tet­tore dei vian­dan­ti e dei pel­le­gri­ni. Assieme al suo sug­ges­ti­vo cimitero, in cui sono sepolti i defun­ti del paesino San Gia­co­mo, è cir­con­da­ta da un muro di cin­ta cop­er­to da un tet­to di scan­dole. Per arrivare ci vuole un pic­co­lo trekking di cir­ca due ore che parte dal­la chiesa par­roc­chiale di Orti­sei.… #iger­saltoad­i­ge #dolomi­tisu­per­s­ki #dolomi­tire­view #südtirol #sudtiro­lo #val­gar­de­na #altoad­i­geweb #altoad­i­ge #southty­rol #dolomi­ti­ti­amo #ital­ianalps #dolomites #Dolomiten #dolomi­ti #win­ter­won­der­land #altoad­i­gedas­co­prire #the_nature_club #dolomi­tisu­per­s­ki #dolomi­tiunesco #dolomi­tiemo­tions #vis­it­southty­rol #ital­i­ait #scatto_italiano #ital­ian­places #vis­i­ti­talia #whati­talyis #folk­trav­el #moun­tain #moun­tainlovers #moun­tain­plan­et

A post shared by Mari­na Fior­let­ta — Wing­me­back (@marinafior) on

Dove sog­giornare sulle Dolomi­ti in Val Gar­de­na
Tra Gar­nì, hotel e appar­ta­men­ti avete moltissi­ma scelta.
Io sog­giorno sem­pre al Gar­ni Rives pro­prio vici­no al cen­tro del Paese dal­l’al­tra parte del fiume. A con­duzione famil­iare, si tro­va su una col­li­na con un bel panora­ma a 5 minu­ti a pie­di dal cen­tro del paese. Con­ven­zione con Mar Dolomi­ti, e le card per i mezzi per la Val Gar­de­na inclusa. Puli­tis­si­mo.

Dove affittare sci e scar­poni ad Orti­sei
Sen­za alcun dub­bio Sport Gar­de­na è il miglior pos­to per scegliere la vos­tra attrez­zatu­ra. Tro­verete una grande pro­fes­sion­al­ità e attrez­zatu­ra per tut­ti i liv­el­li, ma sem­pre nuo­va e garan­ti­ta. Io di soli­to affit­to solo gli scar­poni e aven­do un pò di prob­lem­atiche con il col­lo del pie­di gra­zie a  Patrick ed Ervin ho trova­to quel­lo gius­to per me!

Le migliori baite, malghe e rifugi in Val Gardena

Scia­re ma anche riposar­si per gustare l’ot­ti­ma cuci­na locale. Potete decidere di fare un vero e pro­prio ski safari eno-gas­tro­nom­i­co!

Sece­da —  La Bai­ta Gams­blut è il mio pos­to del cuore. La vista più spet­ta­co­lare per man­gia­re. Cir­con­da­ta dal mon­do alpino uni­co del­la Val Gar­de­na,si tro­va alle porte del Par­co Nat­u­rale Puez-Odle. Potete ammi­rare tut­to il Grup­po del Sel­la e il Sass­lun­go, men­tre man­giate il miglio piat­to di speck, uova e patate con una buona bir­ra. Ospi­tal­ità mas­si­ma e gen­tilez­za.

Baita Gamsblut

Baita Gasmblut

Alpe di Siusi — nes­sun dub­bio dovete asso­lu­ta­mente arrivare da Mal­ga Gosten­er Schwaige, un’au­t­en­ti­ca mal­ga alpina che offre diverse attrazioni e sopratut­to un ris­torante tra i più buoni dove abbia man­gia­to. Anche ques­ta Miche­lin. Zup­pa di Gulash, polen­ta, zup­pa di fieno, caned­er­li. Provate le pre­li­batezze del pluripremi­a­to cuo­co inter­nazionale Franz Mulser.

Malga Gostner Gulash

Franz Malga Gostner

Lon­gia — Caf­fè Val d’An­na - a cir­ca un chilometro da Orti­sei alla fine del­la Lon­gia vi aspet­ta ques­ta accogliente bai­ta che offre una cuci­na superla­ti­va, com­pre­si i dol­ci fat­ti in casa. Assag­giate la pan­na­cot­ta con i frut­ti di bosco.

Altre baite con­sigli­ate: Bai­ta Sofia, Rifu­gio Tri­este, Rifu­gio Emilio Comi­ci.

Come arrivare in Val Gardena

Per un viag­gio sen­za stress con­siglio di preno­tare in anticipo il treno. Da Roma trovate un Frec­cia­rossa che vi porterà in 4 ore a Bolzano. Dal­la stazione un como­do frec­cia link o i bus locali vi porter­an­no facil­mente nel­la vos­tra des­ti­nazione. Orga­niz­zazione super.

Non vi res­ta che preno­tare la vos­tra vacan­za sul­la neve per scia­re sulle Dolomi­ti! 

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.