Jan Fabre a Palazzo Merulana, The Rhythm of the Brain

Jan Fabre a Palazzo Merulana

Il programma del Romaeuropa Festival, giunto alla sua 34esima edizione, finirà il 24 novembre prossimo, con ben 126 appuntamenti e 377 artisti provenienti da 27 Paesi diversi. Uno di questi sarà ancora fruibile però fino al 9 febbraio prossimo. E’ la mostra dedicata all’artista fiammingo Jan Fabre a Palazzo Merulana, intitolata “The Rhytm of the Brain”. La mostra è nata dalla sinergia tra la Fondazione Elena e Claudio Cerasi e CoopCulture, a cura di Achille Bonito Oliva e Melania Rossi. E’ realizzata in collaborazione con Romaeuropa Festival 2019, grazie al sostegno di Flanders State of the Art e con la galleria Magazzino.

Jan Fabre Palazzo Jan Fabre the rythm of the brain

Jan Fabre a Palazzo Merulana

“Il ritmo del cervello”, il cervello che pulsa, che comunica come una musica. Il percorso espositivo di Jan Fabre, che da tempo si dedica alle connessioni tra arte e scienza, parte proprio da qui. Il cervello, sede del pensiero ma anche dell’azione. Il cervello luogo dell’elaborazione e della metamorfosi, riflette e crea: pone domande, attua ribaltamenti, cerca di rendere invisibile l’apparenza delle cose e viceversa.

E’ così che all’interno della meravigliosa cornice di Palazzo Merulana, sono esposte oltre 30 opere, sculture, alcune inedite, mai esposte in Italia, disegni e film-performance realizzate insieme al neuroscienziato Giacomo Rizzolati, famoso per aver scoperto i neuroni specchio. 

Jan Fabre Palazzo Jan Fabre cervello e remi - 1

La mostra e le opere sono in un dialogo diretto e “ritmato” con la preziosa collezione Cerasi, 90 opere della scuola romana e del Novecento italiano. Capogrossi, Sironi, Balla, De Chirico. La collezione include la famosa opera di Fabre “L’uomo che dirige le stelle” del 2015, che nello spazio entra in relazione con “Le garçon qui porte la lune et les étoiles sur sa tête” che lo rappresenta da ragazzo.

Jan Fabre Palazzo Jan Fabre, l'uomo che dirige le stelle - 1

La mostra è quindi una riflessione sulla mente, sull’arte, sull’arte dell’immaginazione, come ci porta a fare con “L’uomo che dirige le stelle”. L’opera subito ci proietta in un cielo di stelle e ci fa immaginare liberi nel cosmo come direttori d’orchestra. E così anche le altre opere creano un dialogo continuo tra l’artista e lo spettatore.

Fabre è un artista totalizzante, che si definisce “consilience artist” e che crede che, come nella scienza, anche nell’arte per porsi le giuste domande sia necessario intrecciare varie forme di espressione e discipline, muovendosi continuamente lungo il duplice binario dell’astrazione, interrogandosi, e della necessità di confinare nell’opera questa astrazione e di darle una forma.  

Si parte con gli autoritratti in bronzo De blikopener (2017) e To wear one’s brain on one’s head (2018) nella sala all’entrata. La mostra si articola poi al primo al secondo piano, dove alle sculture si alternano i disegni, come in una sorta di horror quietis, “un’agitazione visionaria capace di forgiare immagini chiare dal magma multiforme di domande”. Non perdete ovviamente il video-performance con il neuroscienziato Rizzolati.  

Jan Fabre Palazzo Merulana - 1
A brain full of empathy?, 2014 Photographer: Pat Verbruggen Copyright: Angelos bvba

Jan Fabre

Jan Fabre è riconosciuto a livello internazionale grazie a opere come The Man Who Measures the Clouds del 1998, esposto in vari contesti, e per le opere pubbliche permanenti collocate in luoghi di rilievo, come: Heaven of Delight del 2002 per il Palazzo reale di Bruxelles, The Gaze Within (The Hour Blue) del 2011-2013 sulla scalinata d’ingresso del Museo reale di Belle arti del Belgio, l’installazione The Man Who Bears the Cross del 2015 nella cattedrale di Nostra Signora di Anversa e, sempre ad Anversa, le tre pale d’altare realizzate utilizzando elitre di scarabei gioiello ispirate a Rubens, Jordaens e van Dick nella chiesa di Sant’Agostino/Amuz.

Una bella mostra ed un’opportunità di visitare Palazzo Merulana se non lo avete ancora fatto. 

Modalità di partecipazione
Piano terra –  Sala delle Sculture: ingresso libero 
Secondo, terzo e quarto piano (collezione + mostra):
– Intero 10.00 €
– Ridotto 8.00 €
Orari
Da mercoledì a lunedì, dalle 10.00 alle 20.00, martedì chiuso
Ultimo ingresso ore 19
Palazzo Merulana
Via Merulana, 121 – Roma
+ 39 06 39967800
[email protected]
www.palazzomerulana.it

Tags from the story
, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *